IGIENE E PREVENZIONE

Prevenire meglio che curare


Le malattie che pi spesso colpiscono denti e le gengive sono la carie e le infiammazioni gengivali. Entrambe sono causate dalla placca batterica, un insieme di diversi microrganismi, che si deposita sui denti. Se non viene quotidianamente asportata mediante spazzolino e filo interdentale, la placca trasforma gli zuccheri dei cibi in acidi che erodono lo smalto provocando la carie, mentre a livello del solco gengivale si trasforma in tartaro che, a poco a poco, si infiltra profondamente danneggiando il parodonto, ossia quellinsieme di tessuti deputati al mantenimento del sostegno dentale.

La battaglia contro la carie inizia alla nascita ed anche prima: infatti lo smalto dentario pu essere rinforzato dallassunzione di fluoro prima che il dente spunti dalla gengiva. Questo vale sia per i denti da latte che per quelli permanenti. La dose giornaliera di fluoro deve essere prescritta dal dentista in base allet del bambino ed alla dieta: alcuni tipi di acqua, ad esempio, contengono gi del fluoro.

In seguito bene abituare i bambini ad usare lo spazzolino fin dalla comparsa dei primi denti, aiutandoli base alle loro capacit manuali. E importante pulire i denti subito dopo aver mangiato ed evitare di consumare cibi dolci (caramelle, gomme da masticare, bibite gassate, ecc.) al di fuori dei pasti.
Assolutamente da evitare labitudine di cospargere il succhiotto o la tettarella del biberon con miele o zucchero: la cosiddetta carie da biberon una delle forme di carie peggiori che pu portare alla distruzione completa dei denti. In ogni caso necessario interrompere luso del succhiotto entro i 3 4 anni di et in modo da non alterare la corretta eruzione ed allinemento dei denti permanenti.

In et pi avanzata, un buon modo per ridurre il rischio di carie la sigillatura dei solchi dentari. Si tratta di chiudere le fessure presenti sulla superficie masticante dei molari e premolari, con un materiale sigillante ed invisibile in modo da proteggere le zone pi a rischio di insorgenza di carie perch ritentive della placca batterica (come appunto lo sono i solchi intercuspidali).



Staff | Universit | Eventi e corsi | Dove siamo | Consulenza On-line | Terminologia |

Centro di Implantologia e Odontostomatologia del Prof. Stefano Fanali - Tutti i diritti riservati - P.IVA 05356600584